La città

Non è bella soltanto perché si specchia nell’Arno d’argento, o perché i suoi gioielli rinascimentali brillano a distanza di secoli. È bella in un modo inesorabile e inaspettato, perché amata e dolce, affascinante e forte, viva attraverso le intemperie e le avversità. È Firenze e, per chi la conosce anche solo per un giorno, è amore per tutta la vita.

1953

La città

Biennale dell'Antiquariato

In quella che si chiamava inizialmente Mostra Mercato dell’Antiquariato furono raccolti non soltanto dipinti e sculture, ma anche mobili, arredi e oggetti d’arte la cui diffusione sarebbe diventata uno dei motori dello sviluppo economico di tutto il Paese.